martedì 22 marzo 2016

In arrivo il primo disco di Lopez: dieci brani inediti che fotografano la realtà di oggi

Esce il 18 marzo 2016 il disco d’esordio di Lopez, dall’omonimo titolo (su etichetta Viceversa Records, distribuzione Audioglobe). Prodotto da Davide Combusti (The Niro) e Michele Braga, l’album contiene dieci brani firmati dallo stesso artista (e in alcuni dei quali si avvale della collaborazione di Combusti e Braga), tra cui spiccano “Aspetterò domani” e “Solo un’ora”, i primi due singoli usciti rispettivamente il 13 novembre 2015 e il 4 marzo 2016.  Lopez, romano classe 1978, è cresciuto in un ambiente familiare ricco di stimoli artistici, con una formazione molto eterogenea: oggi si presenta sulla scena musicale come cantante, compositore e polistrumentista. 


Lopez è anche un affermato doppiatore: sua è la voce di Johnny Galecky - Leonard nella serie "The Big Bang Theory" e quella di numerosi attori internazionali del piccolo e grande schermo.  Il suo album di esordio annovera dieci canzoni che fotografano la realtà di oggi. Dieci storie che raccontano l’amore sotto ogni declinazione, da quello finito a quello impossibile, da quello perduto a quello per sempre. Ma anche racconti di speranza e vere riflessioni sulla vita. Il tutto con sonorità pop-rock a lui tanto care. Dieci brani portati dalla forma chitarra e voce a una versione intensa e profonda. Gli arrangiamenti, curati da Combusti e Braga, enfatizzano la morbidezza delle armonie e la delicatezza della voce senza trascurare la potenza delle melodie.  “Questo album – spiega Lopez - per me è una tappa importante. Discograficamente è un esordio anche se come cantautore ho maturato tanta esperienza live in Italia e all'estero. È un disco che mi rappresenta sia a livello artistico che umano. Ho voluto improntare il lavoro sui testi vestendoli di una musica che non fosse mai scontata e in questo l’apporto dei miei due produttori e amici Davide Combusti (The Niro) e Michele Braga, è stato fondamentale. Il filo conduttore che lega i brani è l'emozione. Ho voluto fotografare momenti particolari della mia vita, pensieri, sensazioni provate. Mi piace raccontare l'amore guardandolo da diverse prospettive e nelle sue varie sfaccettature. Alcuni brani sono più introspettivi. La musica è una terapia e mi porta a parlare liberamente di argomenti che nella vita di tutti i giorni sarebbero velati dal pudore. Negli arrangiamenti si spazia da brani più acustici ed essenziali ad altri con orchestrazioni ricche ed elaborate. È un disco di canzoni e spero che chi lo ascolterà possa entrare in empatia con me e con le storie che racconto.