martedì 8 dicembre 2015

Harrison Ford, ben ritrovato Ian Solo: "Star Wars? Un ritorno in famiglia"

Ci siamo quasi. L'uscita di "Star Wars - Il risveglio delle forza", settimo episodio della saga creata da George Lucas, è atteso per il 16 dicembre in Italia (dal 18 negli Usa). Mentre la pellicola è ancora avvolta nel mistero per volere della produzione, è tornato a parlare Harrison Ford. Una delle cose certe è che l'attore vestirà di nuovo i panni di Ian Solo: "E' stato come tornare a casa, tornare in famiglia. Mi ha fatto sentire molto bene".


Attesa spasmodica per il film che sarebbe costato quasi un miliardo di dollari e che vede tornare nell'universo di Guerre Stellari i personaggi cardine della prima trilogia, da Luke Skywalker (Mark Hamill), la principessa Leila (Carrie Fisher) e, naturalmente, Ian Solo (Harrison Ford). L'attore hollywoodiano pare non aver avuto dubbi sul nuovo progetto: "Quando mi hanno chiesto di tornare e di fare parte di questo film non ho esitato: mi è parsa un'ottima idea - ha spiegato durante la presentazione del film (ma senza proiezione) avvenuta a Los Angeles -. La trama mi ha subito colpito e parlando con J.J. Abrams, ho capito che il film era nelle mani giuste e che condividevamo la stessa visione. In più l'idea di tornare di nuovo a giocare con questi giocattoli dopo così tanti anni mi affascinava".
La saga è passata nelle mani della Disney e di J.J. Abrams, ma i fan stanno contando i giorni dall'annuncio dell'uscita del film. "E' stato molto appagante ed è sempre eccitante lavorare a un progetto per cui il pubblico ha sviluppato un appetito così vorace", dice l'attore, aggiungendo: "Ora altre generazioni potranno avvicinarcisi e credo ci sia un valore in tutto questo. E' un piccolo mistero cosa sia accaduto con Star Wars, ma è stato molto gratificante farne parte".
Il senso dello humor è rimasto quello di un tempo per Ford, che scherza: "I miei figli non pensano che io sia uno 'cool', e non sono nemmeno impressionati dal fatto che torni nei panni di Ian Solo in Star Wars. Se ne fregano e credo siano più impressionati dal fatto che ancora qualcuno mi faccia lavorare". L'attore non si nasconde, la fama e il successo sono legati in particolare a due personaggi, Ian Solo, appunto, e Indiana Jones: "A chi nella carriera poi capita di avere due ruoli così iconici? Sono appagato e soddisfatto così, questi film mi hanno permesso di vivere la mia vita liberamente e di affrontarla con serenità".